La Dama Bianca di Saverio Martiradonna

Sogno o non sogno, l’avrebbe incontrata, prima o poi, una donna così bella;

il destino avrebbe deciso dove, quando e come.”

«Aprì gli occhi. La Dama Bianca era sempre lì. Il tavolo di legno rosso scuro ne faceva risaltare la bellezza. Nella sua immobilità, la pianta sembrava innocua ma, in fondo agli ascidi, in trasparenza, si intravedeva il corpo inanimato di un insetto. È terribile, pensò. Io sono come lei. Sono la Dama Bianca».

Ginevra Jacobellis è un rinomato avvocato penalista nonché una donna bellissima e sensuale desiderata da molti uomini. Sembrerebbe dunque avere le carte giuste per essere una persona soddisfatta e invece conduce una vita densa di tormento e solitudine. Cosa nasconde il suo passato di così doloroso da condizionare la sua intera esistenza? Qual è il tassello mancante che le impedisce di trovare un equilibrio e la spinge verso un comportamento dissoluto e distruttivo? In bilico tra l’amore e l’erotismo estremo, coinvolta in eventi di cronaca nera, Ginevra inizierà un percorso di consapevolezza di sé attraverso sessioni di psicoanalisi che la condurranno sempre di più dentro una spirale dolorosa e dall’esito imprevedibile.

Genere: Narrativa

Collana: Parole

Pagine: 126

Prezzo: € 13,00

Codice ISBN: 9791280063168

Data di uscita: 10/05/2021

LA CASA EDITRICE. Fides Edizioni è il quarto marchio del Gruppo Editoriale Les Flâneurs di Alessio Rega. Nato per la pubblicazione settoriale di testi di argomento religioso, da gennaio 2021, dopo un restyling editoriale, ha dato vita alla collana di narrativa “Parole”. 

Link di vendita

https://www.fidesedizioni.it/prodotto/la-dama-bianca/

Saverio Martiradonna (Bari, 1951) scrittore e poeta. Nel 2013 pubblica il suo primo romanzo Foglie in primavera. Nel febbraio 2016 vince il primo premio di narrativa Troskìj Noir. Nel 2019 si classifica primo al Premio Nicola Martucci. Nel 2020 è tra i finalisti nella sezione “Teatro” del Premio Giuseppe A. Borgese. Nel 2020 si classifica terzo nella sezione “Teatro corto di scena” del Premio Seneca. È presente in diverse antologie nazionali di poesia e narrativa.