• venerdì , 23 giugno 2017

SU MOLA CADONO LE STELLE DI SAN LORENZO

MOLA – Anche se pare che da tempo non sia più la notte del 10 agosto quella in cui cade il maggior numero di Perseidi (chiamate così perché si dipartono dalla costellazione di Perseo) ma quella successiva, ormai a queste stelle nessuno toglie il nome di “lacrime di san Lorenzo” (proprio perché un tempo cadevano nel giorno in cui si celebra il santo), e pertanto resta quella la notte in cui più persone guardano il cielo in cerca di una stella cadente a cui affidare il proprio desiderio. Esistono molti modi per condividere quell’attesa, e quest’anno i molesi ne hanno avuto a disposizione due. Entrambi rientravano nel programma estivo comunale “La cultura fa la differenza”.

Il primo, rivolto ai più piccoli, era “Un cielo di libri”, un incontro organizzato dalla libreria “Per fare un libro” e da Sportello Elp all’interno della corte del Castello Angioino (prima di un ciclo di tre serate dal titolo “Per fare scienza”). I bambini, accompagnati dai loro genitori e dai loro educatori, sono stati portati sul palco, fatti sdraiare su dei tappetini e poi, d’improvviso, le luci si sono spente. Così, sotto le stelle (o per quel che ne potevano vedere) i bambini hanno ascoltato dapprima la storia contenuta nel libro “Sam vola tra le stelle” di Fulvia Degl’Innocenti (ed. Coccolebooks), e poi i grandi miti legati alle galassie e alle costellazioni.

065 - Copia143 - Copia145 - Copia146 - Copia

Il secondo appuntamento è stato “La Notte dei Poeti”, il reading organizzato dalla libreria Culture Club Cafè nel piazzale davanti alla chiesa Matrice. A condurre la serata, il direttore di Radio Mola International Giuseppe Aversa, con un saluto del sindaco Giangrazio Di Rutigliano e dell’assessore alla Cultura Francesca Mola. Per due ore decine di letterati locali, accompagnati alla chitarra dai due giovani musicisti Leonardo Vita ed Eduardo Pesole, si sono alternati leggendo poesie dei loro libri (Ester Cecere “Con l’India negli occhi con l’India nel cuore”, Alessandro Lattarulo “Arcipelaghi”, Celestina Carofiglio “Tra sogno e realtà”, Pierluigi De Santis “Vita intorno al fuoco”, Luciano Maria Pegorari “Vita senza misura”, Antonio Giampietro “Nelle curve del silenzio”, Gaetano Benedetto “Carta carbone”, Lucia Diomede “Forme di suoni”, Gian Antonio Palumbo “Librando l’anima”, Elena Diomede “Amore cannibale”, Mariella Binetti, Dora Luiso, Letizia Cobaltini “Palavras”, Francesco Lorusso “L’ufficio del personale”, Anna Santoliquido “Versi a Teocrito”, Aldo Calò Gabrieli “Ciò che resta”, Mario Pennelli in arte Bolivar “Incredibilia”, Piero Fabris “Tasselli in macchina arsa e sfumature di contrasto”), tutti editi da case editrici di prestigio come Progedit, Falvision, Wip edizioni, La Vita Felice, Il Grillo Editore, Prosospettiva Editrice.

096 - Copia116 - Copia154 - Copia157 - Copia160 - Copia

Entrambi gli eventi hanno ricevuto una bella affluenza. E poiché non è solo guardando il cielo che si eleva lo spirito, ma anche leggendo, entrambi avevano all’ingresso un tavolo con libri da acquistare.

109 - Copia111 - Copia

A fine serata, chi ha voluto si è recato in riva al mare in cerca di una stella cadente a cui legare un desiderio.

Vito Giustino

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts