• mercoledì , 22 novembre 2017

Polignano,La famiglia riflette la Via Crucis

Come ogni anno la Parrocchia dei Santi Medici di Polignano a Mare in sinergia con l’Associazione “Giovanni Paolo II” organizzano per Sabato 08 Aprile 2017 alle ore 20.30 presso la parrocchia a Polignano a Mare la “Solenne Via Crucis della Famiglia” con musiche e meditazioni, la stessa sarà presieduta da Don Giancarlo Carbonara Parroco dell’omonima parrocchia, le meditazione e immagini ideate e realizzate dall’Associazione, saranno lette da laici accompagnati dalle musiche del M° Raffaele RESSA.

La famiglia riflette la Via Crucis

“Anche la famiglia, se vuol seguire Gesù, avrà le sue croci, ma con lo sguardo a Cristo, affronterà in modo diverso la vita”: sarà questo, il messaggio nella nuova Via Crucis della Famiglia realizzata dalla nostra Associazione. Una Via Crucis che lega le drammatiche esperienze della famiglia di oggi alla Passione di Cristo. Nelle 14 Stazioni, che saranno lette l’8 aprile, ci sarà la trasposizione dei problemi che vivono i coniugi: i tradimenti, le incomprensioni, gli aborti, le malattie, l’educazione dei figli. Ma c’é anche il monito a non restare indifferenti alle necessità del prossimo. “ Quante cadute nelle nostre famiglie. Quante separazioni, quanti tradimenti . E poi i divorzi, gli aborti, gli abbandoni”. Da qui l’invocazione: “Gesù, aiutaci a capire cos’é l’amore, insegnaci a chiedere perdono”. Tra i peccati che indeboliscono l’uomo e che appesantiscono la Croce di Cristo, nelle meditazioni di quest’anno ci sono i cedimenti alle tentazioni del mondo, che spesso attraggono con “bagliori di soddisfazione, c’è la mancanza di rispetto della dignità della persona, “che niente e nessuno dovrebbe violare” – uomo e donna che sia – nella propria intimità e nel proprio corpo.  Alle famiglie poi è rivolto l’invito a non lasciarsi anestetizzare dal benessere, a non cercare soltanto ciò che si desidera o appaga. Infine, l’insegnamento supremo di Gesù: il dono della propria vita per amore. Un insegnamento che tante madri hanno imitato quando nel parto hanno affrontato “la morte pur di dare alla luce il loro figlio”, e molti altri hanno seguito scartando la vendetta di fronte alla guerra o al terrorismo. E nell’ultima stazione si apre al cristiano la porta della speranza: Gesù è morto, ma è risorto, “vive per sempre e ci accompagna … nel nostro viaggio terreno, tra gioie e tribolazioni.

Il momento della via crucis che celebreremo sabato è per la nostra parrocchia un momento intenso di fede. Ripercorrere il cammino di Cristo verso il Calvario è un’occasione per riflettere sul grande mistero della croce. Essa illumina la nostra fatica e da un senso profondo al nostro vivere quotidiano. Condividere questo momento con e per le famiglie ci aiuta a riscoprire il valore del sacrificio, della condivisione delle difficoltà per raggiungere le mete desiderate. Sicuri che la croce è proiezione verso la Luce della Resurrezione essa da speranza in un mondo a volte sfiduciato.
L’augurio è che l’incontro con Cristo possa donare alle nostre famiglie serenità e Amore per testimoniare la bellezza della vita, fatta di relazioni vere e autentiche.

Don Giancarlo CARBONARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts