• sabato , 19 agosto 2017

POLIGNANO, STAGIONE TEATRALE 2017

POLIGNANO – Anno nuovo, stagione teatrale nuova. Il 10 gennaio alle 21, con lo spettacolo “Tante facce nella memoria”, avrà ufficialmente inizio la nuova stagione teatrale del Vignola di Polignano. Il programma è stato presentato con una conferenza stampa presso il locale istituto alberghiero dall’assessore alla Cultura Marilena Abbatepaolo, dal responsabile dell’ufficio cultura Domenico Matarrese, dalla responsabile del settore programmazione del Teatro Pubblico Pugliese Giulia Delli Santi e dal direttore artistico del multisala Savino Vignola.

Matarrese ha giudicato “assolutamente positivo” il risultato della scorsa stagione, e ha passato la parola all’assessore che ha spiegato la “filosofia” dell’edizione in arrivo: “Abbiamo scelto appuntamenti che abbracciano vari generi, perché abbiamo constatato che spesso a teatro bisogna essere accompagnati, spinti a conoscerlo. E quindi abbiamo scelto spettacoli che potessero attirare, in alcuni casi grazie ad attori noti televisivamente (Carlotta Natoli, Lunetta Savino, Giulio Scarpati, Daniele Pecci) in altri attraverso tematiche che interessano diversi spettatori (il ruolo delle donne, la storia del nostro Paese, l’anniversario della morte di Shakespeare, il giorno della memoria, il cabaret, ecc.)”.

Come detto, si parte il 10 gennaio con “Tante facce nella memoria”, per la regia di Francesca Comencini, la storia (vera, riesumata dalle testimonianze registrate delle vere protagoniste) della strage delle Fosse Ardeatine dal punto di vista di sei donne partigiane. La settimana dopo, il 19, “Else”, ispirato al quasi omonimo racconto di Arthur Schnitzler. Il 17 febbraio, l’”Amleto” di William Shakespeare nella versione di Daniele Pecci e Maddalena Crippa. Il 10 marzo, un doppio appuntamento con la danza: “Once upon a time when pigs were wine” di Marco Blazquez e “Confini disumani” di Roberta Ferrara. Il 24 marzo, “Una giornata particolare”, adattamento di Gigliola Fantoni dal film di Ettore Scola, con Giulio Scarpati e Valeria Solarino. Il 6 aprile Savino Zaba si cimenta nei capolavori dello swing italiano in “Canto… anche se sono stonato”. Infine, il 21 aprile, uno spettacolo fuori abbonamento: “Vitus – Racconto infiammabile in caduta libera” di e con Vito Facciolla, che racconta a modo suo la figura di san Vito.

“Quest’ultimo spettacolo – ha spiegato Abbatepaolo – è stato scelto intanto perché Facciolla è un attore polignanese che si è fatto strada e volevamo dare spazio alle nostre eccellenze. Inoltre il teatro non è solo una visione passiva, è anche produzione, e il Comune ha voluto investire in una produzione che può essere formativa per gli spettatori. Intendiamo mostrare questo spettacolo anche alle scuole, per trasmettere l’importanza della memoria. La collaborazione del Comune con il Vignola, col Teatro Pubblico Pugliese e ora anche con l’istituto alberghiero è la dimostrazione che la cultura abbraccia tutti, e quindi non la si può fare da soli: solo lavorando insieme la si può diffondere ovunque. E’ quello che cerchiamo di fare ogni anno”.

L’abbonamento intero a sei spettacoli è di 70€, ridotto 65 (la riduzione è concessa ad under 25, over 60, disabili con 104/92 e gruppi di almeno 10 persone). Il costo di ogni singolo biglietto intero è di 18€, ridotto 15 (a eccezione dello spettacolo di danza, intero 15€ ridotto 13, e di quello fuori abbonamento, intero 12€ ridotto 10). I biglietti sono acquistabili dal giorno successivo all’ultima rappresentazione, tutti i giorni al botteghino del teatro Vignola dalle 18 alle 21 e su www.multisalavignola.it. L’ingresso è alle 20.30, la rappresentazione inizia alle 21 e non è consentito entrare a rappresentazione iniziata. Anche quest’anno tornano gli “Incontri nel foyer”: alle 19, prima dello spettacolo, il cast incontrerà il pubblico e la stampa per chiacchierare di quel che ci apprestiamo a vedere. Per ulteriori informazioni www.teatropubblicopugliese.it/polignano.

Vito Giustino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts