• giovedì , 26 aprile 2018

POLIGNANO, ARRIVA IL LIBRO POSSIBILE 2015

POLIGNANO – Si terrà dall’8 al 13 luglio, come sempre a Polignano, la quattordicesima edizione del Libro Possibile, la rassegna di incontri culturali che si svolge nel Borgo Antico. La conferenza di presentazione si è tenuta a Bari nel foyer del teatro Petruzzelli. Dopo il saluto del presidente della Fondazione Petruzzelli Gianrico Carofiglio, c’è stato l’intervento telefonico del neogovernatore della Puglia Michele Emiliano (“inaugurerò i sei giorni insieme a don Luigi Ciotti, la mia attenzione è massima nei confronti del vostro lavoro e di questo festival, che è una manifestazione centrale del calendario della cultura pugliese”). Ha poi preso la parola, tra gli altri, il sindaco di Polignano Domenico Vitto, che ha sottolineato l’attinenza fra il tema di questa edizione (il motto dostoevskiano “La bellezza salverà il mondo”) e la battaglia contro la possibile deturpazione, a suon di trivelle, della bellezza della costa polignanese (e uno dei temi sarà appunto “No alla ricerca di petrolio al largo di Polignano”, tanto che nella balconata S. Stefano campeggerà una ghigliottina, simbolo della Censura). Ultima ma non ultima la direttrice del festival Rosella Santoro, che ha illustrato il programma. Quest’edizione avrà come tratti caratteristici Economia, Società, Politica, Storia e Letteratura, e uno spazio particolarmente ampio sarà dato alle donne (Katia Ricciarelli, Romina Power, Lucia Annunziata, Michela Marzano, Maria Latella, Farian Sabahi, Silvana Giacobini, Lidia Ravera, Sveva Casati Modignani, Susanna Camusso, Roberta Bellesini Faletti, Monica Maggioni e tante altre). Saranno ospiti altresì Luciano Canfora, Lino Patruno, Paolo Becchi, don Luigi Ciotti, Nino Frassica, Carlo Freccero, don Luigi Mazzi, Ferdinando Imposimato, Ferzan Ozpetek, Monsignor Filippo Santoro, Federico Rampini, Paolo Mieli, Vittorio Sgarbi, Salvo Sottile, Marco Travaglio, Antonio Uricchio, Roberto Vecchioni, Dario Vergassola e tanti altri. Oltre a essere confermate iniziative di successo come la collaborazione con le Grotte di Castellana (intervenuto il presidente Domi Ciliberti) e il Vino Possibile (che si svolgerà il 12 e il 13 luglio alla presenza di Sveva Casati Modignani e dell’enologo Riccardo Cotarella), sono state presentati nuovi progetti quali la collaborazione col Carnevale di Putignano, di cui è intervenuto il presidente Giovanni Paolo Loperfido (sarà infatti esposto, in una delle piazze, il carro vincitore dell’ultima edizione avente come tema l’Ilva di Taranto, e sarà anche possibile incontrare alcuni maestri cartapestai), quella col Gal Sud-est barese (così il suo presidente Pasquale Redavid: “Riconosciamo il festival come un evento di straordinario valore per il territorio che, attraverso la promozione della cultura del libro e il recupero delle identità enogastronomiche, si pone come sede ideale per sostenere la cultura del cibo e la conoscenza dei territori rurali”) e “Libri verdi, i diritti dei bambini”, lo spazio dedicato alle ultime generazioni di lettori con laboratori di costruzione, pittura e animazione dal titolo “Un prato nel mare”. Ospite d’eccezione il missionario comboniano Padre Renato Kizito Sesana che, reduce dal ghetto di Riruta a Nairobi, parlerà ai più piccoli della straordinaria esperienza artistica e umana dei “Piccoli Acrobati di Kivuli” che hanno cambiato la loro vita di bambini di strada grazie al potere salvifico dell’Arte e della Lettura. Andrà in scena anche un’ora di reading e spettacolo con Geronimo e Tea Stilton. Insomma il “verde”, in tutte le sue sfumature, sarà il tema di questa edizione. Per ricordarci che la cultura serve a farci conoscere il nostro territorio e quindi a farcelo difendere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts