• martedì , 22 agosto 2017

POLIGNANO A MARE, LABORATORI URBANI: RINVIATA LA CONCESSIONE

images

 

POLIGNANO A MARE  – Rinviata la concessione dei due laboratori urbani nel territorio del Comune di Polignano a Mare, l’Ostello per la gioventù di Casello Cavuzzi e l’Infopoint di Piazza Caduti di via Fani.

All’origine della decisione, un’iniziativa promossa dalla Regione Puglia che intende stanziare dei fondi tali da consentire degli interventi che consentirebbero l’adeguamento e il miglioramento strumentale e strutturale dei laboratori.

E’ quanto si legge nell’avviso di revoca pubblicato ieri che fa riferimento alla delibera di Giunta comunale con la quale si è preso atto che la Regione Puglia ha informato i sindaci dei Comuni titolari di Laboratori Urbani e i responsabili unici dei procedimenti di aver avviato una ricognizione di eventuali esigenze di adeguamento/miglioramento strumentale e strutturale preso gli Enti locali di un Laboratorio Urbano o di altro spazio pubblico destinato a politiche giovanili di cui alla DGR 7 marzo 2006, n.229 e successiva DGR 16 settembre 2014 n. 1879 per attivare una procedura negoziata  volta al finanziamento di tali interventi, nell’intesa che dimensione media degli interventi è stimata intorno ad 150/200.000,00 e che le aggiudicazioni provvisorie dovranno inderogabilmente avvenire entro il 30/06/2016. La Giunta comunale ha dunque formulato al responsabile unico del procedimento, Domenico Matarrese (Area III), un apposito indirizzo cui si è dato seguito con la determina di revoca degli avvisi pubblici indetti dal Comune di Polignano a Mare con la determinazione n. 349/1139 del 29/12/2015, esecutiva, relativamente ai due laboratori urbani realizzati in immobili di proprietà comunale, identificati come Ostello per la gioventù sito in Contrada Casello Cavuzzi e Infopoint sito in Piazza Caduti di via Fani in quanto l’eventuale finanziamento degli interventi ritenuti necessari per i suddetti laboratori comporterebbe una ridefinizione delle condizioni per la concessione in uso delle medesime strutture, così come stabilite nella procedura ad evidenza pubblica in itinere, rideterminando in particolare gli obblighi e gli oneri in capo al concedente e al concessionario. Viene dunque rinviata l’indizione di una  nuova procedura ad evidenza pubblica all’avvio e all’espletamento della procedura negoziata da parte della Regione Puglia e all’eventuale finanziamento degli interventi richiesti dal Comune di Polignano a Mare.

“Ci è sembrato opportuno – spiega l’assessore alle Politiche sociali Paolo Mazzone – cogliere questa opportunità che ci viene data dalla Regione Puglia per effettuare in tempi rapidi, come prevede la procedura negoziata, degli interventi che migliorino la qualità dei nostri due laboratori urbani. Non appena conclusa la negoziazione, in parallelo con l’avvio dei lavori, intendiamo riavviare la procedura che, ovviamente, in virtù degli interventi effettuati, comporterà una diversa distribuzione dei compiti e degli oneri fra il Comune e il concessionario”.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts