• venerdì , 27 aprile 2018

POLIGNANO A MARE, ECCO LA NUOVA GIUNTA


12191231_964253220294600_7724256748973148878_o

 

POLIGNANO A MARE – Presentata  la nuova giunta dell’amministrazione Vitto. A due anni e mezzo di legislatura ecco i nuovi e vecchi volti della politica. Giuseppe Modugno, laureato in filosofia,  la delega a Spettacolo, Polizia Municipale, Protezione Civile; Mariella Annese, architetto, all’Urbanistica e Territorio. Riconfermati Paolo Mazzone ai Servizi Sociali e Marilena Abbatepaolo alla Cultura.  A Mimmo Lomelo, Vicesindaco con deleghe a Rifiuti, Ambiente, Bilancio.

“Non è stato semplice – ha detto il primo cittadino nel corso di un’affollata conferenza stampa nella quale grandi assenti sono stati gli assessori uscenti Paolo L’Abbate e Giovanni Abbatepaolo e Daniele Simone dovevamo slegare alcune di queste nomine dalle scelte politiche, la lista civica che porta il mio nome ha però compreso il percorso intrapreso, così siamo arrivati alla scelta di due giovani tecnici competenti dal punto di vista politico ma lontani dalla politica. Parlo di Annese e Modugno.” 

Dalle rispettive presentazioni una cosa è chiara, sono sicuramente mossi dall’entusiasmo e dalla voglia di mettersi in gioco per il paese. Certamente molto politico/strategica è stata la scelta di Mimmo Lomelo,  poiché in questo modo Vitto si è garantito “un appoggio sicuro alla maggioranza” considerando che nel corso dei primi due anni e mezzo di legislatura Lomelo ha in qualche modo fatto sentire la sua voce critica. “Non posso dire di non aver fatto spazio ai giovani  – ha detto Lomelo – rispondendo alla nostra domanda sulla possibilità di fare spazio a qualche altro suo collega di lista – dal momento in cui fino a qualche giorno fa c’era il buon Daniele Simone (che tornerà a fare il vigile urbano a tempo pieno ndr); nella prima legislatura mi hanno proposto varie deleghe ma non ho accettato.”  Secondo i ben informati gli hanno proposto tutto tranne ciò che davvero voleva, ossia la carica di Vicesindaco che questa volta ha ottenuto. Sta di fatto che Lomelo si è accollato una bella rogna: la delega all’ambiente. La questione rifiuti sarà il primo problema da affrontare visto il guaio in cui si trova la Tecknoservice, azienda che ha appaltato il servizio di raccolta differenziata ma la cui area attrezzata di via Polignano a Mare è stata chiusa dalla Asl per mancanza di autorzzazioni. Resta a mani vuote Flavio Oliva il suo scudiero “verdino”, o dovremmo dire verde dalla rabbia repressa!!!

Resiste invece Marilena Abbatepaolo che posta dal partito (PD) davanti ad una scelta ha dovuto mettersi in aspettativa dalla sua carica di Preside.

“Stiamo formando i politici del futuro – ha sentenziato il consigliere Salvatore Colella  – saranno loro che ci rappresenteranno domani”.

Con l’amaro in bocca il consigliere Franco Mancini  (lista civica) che non ha digerito la nomina di una donna fuorilista, ovvero dell’Annese. Nonostante abbia cercato di mostrare in un discorso un po’ farfugliato il suo disappunto “staremo a vedere che farà”… la maggioranza ha prevalso.

Tutto si è concluso con un applauso di buon augurio e con qualche richiesta da parte dei curiosi presenti di mangiare qualche pasticcino… Il sindaco da parte sua ha salutato tutti e ringraziato coloro che fino a quel momento, ex amministratori compresi, hanno contribuito a governare la città.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts