Ostuni (Brindisi) – #viaggiomediterraneo22 Fa tappa a Ostuni il book tour di Viaggio Mediterraneo, volume scritto a quattro mani dal poeta, scrittore e artista Gino Locaputo e dalla giornalista professionista Maria Sportelli. L’evento, per volontà dello stesso Locaputo, nasce come *omaggio al grande musicista e percussionista ostunese Pierangelo Colucci,* mancato nel 2015, a cui l’autore originario di Conversano era legato da un rapporto di profonda amicizia e stima.
 
Doveroso, dunque, dedicare la presentazione del libro Viaggio Mediterraneo(edito da Secop edizioni di Corato) nella città bianca proprio a Colucci, con la partecipazione di quattro artisti eccellenti della terra di Puglia: Rocco Capri Chiumarulo (voce narrante), Paolo Mastronardi (voce e chitarra), Davide Torrente (percussioni), Tonino Zurlo (cantautore).
 
L’appuntamento è per lunedì 22 agosto p.v. alle 20.00, nella Chiesa seicentesca dello Spirito Santo in Ostuni, in via Roma nei pressi di Piazza della Libertà. La rettoria, molto amata dalla comunità ostunese, è dotata di un apprezzabile patrimonio di opere d’arte e si trova una posizione strategica di fronte alla colonna di Sant’Oronzo; ad oggi viene riaperta per ospitare particolari eventi culturali e artistici.
*Nel corso della serata, coordinata e moderata dalla poetessa e autrice teatrale Mara Venuto, la presentazione del libro di Gino Locaputo e Maria Sportelli sarà intervallata da omaggi poetici a Pierangelo Colucci e interventi musicali a cura degli artisti ospiti.* Per volontà di Locaputo, e grazie alla partecipazione degli artisti coinvolti, la città di Ostuni potrà ricordare l’illustre cittadino scomparso prematuramente: Pierangelo Colucci ha rappresentato un punto di riferimento per la musica etnica dei popoli del Mediterraneo e non solo, suonando, tra gli altri, con Eugenio Bennato, Beppe e Concetta Barra, i Dervisci a Bagdad, ma anche con Glen Velez e Nabil Kaiat, considerati fra i migliori percussionisti a livello mondiale.
L’evento è patrocinato dalla Parrocchia Concattedrale Santa Maria Assunta in Cattedrale Ostuni.
Ingresso libero.

 

IL LIBRO:
Viaggio Mediterraneo di Gino Locaputo e Maria Sportelli. Secop Edizioni, collana “Correlazioni Universali. 103 pagine, 12 euro. 
Viaggio Mediterraneo è un’opera che richiama i valori della comunione fra i popoli e della fratellanza universale; è un lungo racconto poetico teso alla ricerca di un senso esistenziale, individuale e collettivo. Attraverso una scrittura profonda e intimista, lo sguardo accogliente dei due autori si trasferisce nei lettori, invitando a riconoscere dentro di sé e nell’incontro con l’alterità la ricchezza dell’esperienza umana. Panorami nuovi e lontani, umanità con bellezza e peculiarità proprie, tutto in *Viaggio Mediterraneo invita all’apertura e alla scoperta, senza timori, senza esitazioni, nella percezione dell’appartenenza a un comune destino, e grazie alla vocazione interiore, spesso inascoltata, di armonia e alla pace.
Dalla sinossi:* <<È un viaggio fatto di emozioni, d’incontri e parole d’amore. Gli autori, come due beduini del deserto, hanno seguito la propria strada immersi nella cultura del Mediterraneo. Così dalla Giordania all’Iraq passando dalla Turchia e dalla Siria hanno vissuto l’incontro con l’altro senza paura e pregiudizi. Lo sguardo è rivolto ai popoli del Mare Nostrum, quel mare oggi al centro dell’attenzione internazionale a causa dei “naufragi di civiltà”, come ha detto Papa Francesco, “un cimitero senza lapidi”.>>.
*Dalla prefazione di Pasquale Daniele: <>.

GLI AUTORI:
Maria Sportelli, nata a Conversano il 28 aprile 1973. Laureata in Scienze Politiche, giornalista professionista. “Viaggio Mediterraneo” è il suo primo libro, scritto a quattro mani con Gino Locaputo per la Secop Edizioni, anche autrice della copertina. E’ presente, inoltre, nella raccolta della Secop “Il sentimento della Scrittura”; nella raccolta “Rinati” dell’associazione Sleeve La Rinascita.
Gino Locaputo, è nato Conversano (Bari) il 12 febbraio 1953, oggi vive a Collepasso (Lecce). Scrittore, poeta, attore, regista e direttore artistico per 25 anni del Festival Mediterraneo Città di Conversano e Bisceglie. Ha alle spalle numerose pubblicazioni anche tradotte in arabo come il Pesciolino che ride e il Gigante Buono (dedicato a Giuseppe Di Vagno). Con la Secop Edizioni ha pubblicato la raccolta “Nei tuoi occhi le parole diventano pietre”, è presente nelle raccolte “Sette poeti per sette notti”, “Dove arrotonda il mare: cieli Bambini”, “Il Sentimento della Scrittura”.

(Mara Venuto)

Comunicazione pubblicitaria