Laura Pausini e Biagio Antonacci insieme nel 2019 in tour

Milano. «Dobbiamo restituire alla gente quello che la gente ci ha dato in questi anni».

Lo ha puntualizzato Biagio Antonacci alla presentazione del tour 2019 negli stadi con Laura Pausini.

«Siamo amici da 25 anni e non abbiamo mai avuto il tempo di stare insieme – ha accennato la Pausini – Lui non se l’aspettava che accettassi la proposta di scendere in campo e di vivere un’avventura del genere insieme in questo tour negli stadi».

L’avevano promesso a milioni di fan e ora sono pronti a scendere in campo, protagonisti insieme, nella prossima estate, di un imperdibile tour nei principali stadi italiani con 10 appuntamenti live che si preannunciano indimenticabili.

«Perché non facciamo una tournee insieme, dissi un mese fa a Laura – ha confessato Antonacci – Lei mi rispose di essere un po’ stanca, e posso anche capirla dopo un tour mondiale; anch’io ero abbastanza stanco ma gli ribadii che dobbiamo andare avanti e mi disse facciamo la tournee insieme negli stadi e vieni domenica a casa mia per fare la foto dell’evento».

L’amicizia fra Laura e Biagio iniziò 25 anni fa.

«L’avevo conosciuta al Napoleone di Bologna con suo padre, un locale che penso non esista più – ha ricordato Antonacci – Me la vedo a Sanremo nel 1993, io la prima volta fra i big e lei debuttante fra i giovani, e gli mandai un telegramma dal mio albergo: sei la migliore».

Nel 2000 è nata la prima collaborazione artistica quando Biagio scrisse per Laura “Fra te e il mare” e da sempre si erano ripromessi di vivere una nuova avventura insieme.

«È la prima volta che mi viene a casa un cantautore a portarmi una canzone – ha confidato Laura – A quei tempi era più ricorrente l’invio di una musicassetta. Siamo diventati più amici e abbiamo fatto in giro in macchina, ci siamo detti dei si e anche dei no, perché fra di noi c’è un’unione fraterna: lui c’è sempre, mi ha fatto sempre sentire protetta».

«Gliela cantai anche tutta e improvvisai addirittura l’ultima strofa perché la canzone non era completa – ha aggiunto Biagio – Abbiamo iniziato entrambi a fare il piano bar e ho fatto il tifo per lei sempre, anche all’estero: nasce dall’intenzione di fare qualcosa insieme e nel tour del 2001 mi disse se volevo cantare con lei la canzone il 2 dicembre al Mediolanum Forum».

Il tour parte il 26 giugno dallo Stadio San Nicola di Bari, per proseguire il 29 allo Stadio Olimpico di Roma, il 4 luglio allo Stadio di San Siro a Milano, l’8 allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, il 12 allo Stadio Dall’Ara di Bologna, il 17 allo Stadio Olimpico di Torino, il 20 allo Stadio Euganeo di Padova, il 23 allo Stadio Adriatico di Pescara, il 27 allo Stadio San Filippo di Messina e il 1 agosto alla Fiera di Cagliari.

«Quando l’ho chiamato per la foto, tutti quelli che lavorano con noi non lo sapevano ancora – ha sottolineato Laura – Manca ancora la Campania e vogliamo lo stadio San Paolo di Napoli».

«Partiamo dalla mia Puglia, la regione dov’è nato mio padre che ora non c’è più – ha precisato Biagio – Stiamo ancora pensando al repertorio e lei mi ha ricordato delle canzoni che avevo già dimenticato: avremo un palco di molti metri quadrati. Abbiamo la fortuna di avere un amore di testa, fraterno, di grande amicizia anche se lei è una bellissima donna».

Laura e Biagio emozioneranno il loro pubblico con duetti inediti, i loro grandi classici e le loro più recenti hit, senza ovviamente dimenticare il loro primo singolo insieme, “Il coraggio di andare”, attualmente in radio.

«Ho il bisogno di sentirmi incoraggiare – ha osservato Laura – Così questo brano l’ho inserito in “Fatti sentire ancora”, che esce venerdì prossimo 7 dicembre e che contiene un libro-magazine di 100 pagine in cui racconto la mia vita, il dvd del Circo Massimo e il cd con il duetto con Biagio».