COVID-19, IL 25 E 26 MARZO PROSSIMI CHIUSI A MOLA GLI UFFICI COMUNALI PER LA SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI, DOPO IL CASO POSITIVO DI UN DIPENDENTE.

Il sindaco di Mola,
Giuseppe Colonna ordina la chiusura per due giorni, il 25 e 26 marzo
prossimi, degli uffici comunali per procedere alla sanificazione degli
ambienti e chiede al Prefetto di Bari il supporto delle forze
dell’ordine per gestire la situazione di emergenza riferita al contagio
da Covid-19. La decisione, condivisa nel corso della riunione, svoltasi
stamane in modalità telematica, dei componenti del centro operativo
comunale, è stata presa dopo la comunicazione ricevuta ieri dalla Asl di
Bari, della positività al test di un dipendente del Comune, ricoverato
da alcuni giorni in ospedale. L’ordinanza del Sindaco prevede, in via
precauzionale e a tutela della salute pubblica, del personale e dei
cittadini, la chiusura del Municipio per poter procedere a una ulteriore
sanificazione e disinfezione di tutti gli ambienti. Il Comando di
Polizia locale sarà comunque contattabile, per i servizi di Protezione
civile e di Pronto intervento, ai numeri telefonici seguenti: 3491486025
– 3470747632. 

I dipendenti comunali potranno continuare a svolgere il
loro lavoro in modalità a distanza, altri potranno usufruire delle ferie
pregresse. “Insieme ai colleghi della giunta e ai componenti del centro
operativo comunale – spiega Colonna – abbiamo anche attivato il
coordinamento delle iniziative in campo sia sul piano sanitario, con i
medici di base e il distretto socio-sanitario, per una corretta
informazione, che sul piano ambientale, con Cisom e Guardie per
l’Ambiente, per le attività di controllo sul territorio, perché siano
rispettate le disposizioni di contenimento del contagio, prima fra tutte
quella di restare a casa e limitare le eventuali uscite solo per
necessità urgenti. A questo proposito, una particolare attenzione sarà
data – conclude il sindaco – ai controlli anti-assembramenti nei
supermercati e negli uffici postali per effettuare i quali abbiamo
chiesto il supporto delle forze dell’ordine. A tutti i miei concittadini
rivolgo ancora una volta l’appello a rispettare le regole e a restare a
casa”.