• giovedì , 26 aprile 2018

MONOPOLI, ARRIVA IL SUDESTIVAL 2017!

MONOPOLI – Domani il Sudestival diventa maggiorenne. La rassegna cinematografica diretta da Michele Suma, che per alcune settimane proietta al cinema Vittoria di Monopoli i film che, per cattiva distribuzione, non hanno avuto molta visibilità nelle sale (ma anche anteprime assolute), è giunta alla sua diciottesima edizione. Edizione che è stata presentata con una conferenza stampa presso il Cineporto di Bari. Il primo a prendere la parola è stato il vicepresidente dell’Apulia Film Commission Giandomenico Vaccari, che a nome dell’istituzione si è detto fiero di patrocinare il festival, “la nostra politica è da sempre sostenere tutti quelli che vogliono portare buone pratiche cinematografiche in Puglia. I festival non devono essere solo rassegne cinematografiche, ma anche uno stimolo a fare del buon cinema, e noi intendiamo stimolare tutti gli operatori pugliesi a far sì che la Puglia diventi un vero e proprio polo cinematografico. Per far questo è necessario costituire un network complesso, basato sulla conoscenza del cinema passato e presente in modo da dire la nostra in quello futuro”. Il delegato alla Cultura di Monopoli, Giorgio Spada, ha affermato che “queste rassegne instillano una curiosità sanissima e insegnano a non accettare passivamente quanto arriva dai canali mainstream, bensì a sforzarsi di cercare il bello”. Francesco Di Dio del Castellaneta Film Fest (nato nel 2013 con l’intento di valorizzare e diffondere sul territorio le più originali produzioni cinematografiche internazionali e che collabora col Sudestival) ha ricordato che le due manifestazioni “collaborano per via di una stima reciproca, abbiamo selezionato noi i cortometraggi che verranno proiettati durante il Sudestival. Sono tutti rigorosamente italiani (tranne ‘The Baby’ che è una coproduzione italo-iraniana), speriamo di aver fatto una selezione di qualità. Siamo giovani ma ce la mettiamo tutta”. A proposito dei giovani, il dirigente del polo liceale “Galilei” di Monopoli Martino Cazzorla ha sottolineato l’importanza dell’interazione tra il Sudestival e i liceali, “un rapporto d’integrazione di cui cogliamo soprattutto l’aspetto didattico, l’educazione all’attenzione verso il cinema e allo sviluppo del senso critico”.

Suma ha illustrato il programma della manifestazione. Si inaugura domani, 27 gennaio, alle ore 18 e alle 21, con “La ragazza del mondo”, opera prima di Marco Danieli. La storia di una ragazza, una testimone di Geova, che si innamora di un “ragazzo del mondo” (così i membri della congregazione chiamano chi non ne fa parte) e deve scegliere tra una vita con lui e la cultura in cui è sempre vissuta. Un soggetto che affronta una tematica mai narrata nel nostro cinema, e lo fa con grande intensità, per di più sorretto da due dei migliori attori di ultima generazione, Michele Riondino e Sara Serraiocco. Un film che ha già vinto diversi premi, una visione consigliata. Il regista sarà presente in sala. Si prosegue nei prossimi venerdì, sempre agli stessi orari, con “Orecchie” di Alessandro Aronadio (3 febbraio, in anteprima), “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu (10 febbraio), “Babylon Sisters” di Gigi Roccati (17 febbraio, in anteprima), “Il più grande sogno” di Michele Vannucci (24 febbraio), “In bici senza sella” di autori vari (3 marzo), “Mine” di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro (10 marzo), e infine “Slam – Tutto per una ragazza” di Andrea Molaioli (17 marzo, in anteprima). Le proiezioni si alterneranno a quelle dei cortometraggi selezionati dal Castellaneta Film Fest, e si accompagneranno a una serie di masterclass tenute da Stefano Fresi (“Il mestiere dell’attore”, il 28 gennaio presso il cinema Vittoria), Salvatore De Mola (“Ricostruire il passato con il racconto cinematografico e televisivo”, il 10 febbraio presso il teatro Norba a Conversano), Gigi Roccati (“L’arte del documentario”, il 17 febbraio sempre al teatro Norba), e Maurizio Sciarra (“L’occhio del regista”, il 24 febbraio presso il cinema Vittoria), rivolte agli studenti del polo liceale “Morea-Simone” di Conversano e del polo liceale “Galilei” di Monopoli. Proprio dai ragazzi delle superiori di Monopoli verrà uno dei tre premi assegnati, il Premio “Slimcard” (un assegno di 500€ al regista e la programmazione del suo film per una settimana nel circuito Slimcard). Gli altri due sono il premio “laFusillocostruzioni” che la giuria popolare assegnerà al miglior film (assegno di 700€ al regista) e il premio “Santa Teresa Resort” al miglior attore o attrice protagonista (un weekend nel resort Santa Teresa). L’ingresso alle singole proiezioni è di 5€. Presso la libreria Children di Monopoli è possibile acquistare l’abbonamento  agli spettacoli serali (28€) o pomeridiani (20€). “Il festival è sinonimo di conoscenza – ha chiosato Suma – ed è fatto dalle persone. Quest’anno il cinema italiano è finalmente uscito dal cantuccio della commedia, approdando a nuovi generi e dimostrando di avere ancora molto da dire”. E tutti voi, da domani, avete la possibilità di andare a sentirlo. E vederlo.

Vito Giustino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts