• giovedì , 26 aprile 2018

MOLA, PARTE L’INIZIATIVA RIPULIAMOLACITTA’

020 - Copia

 

MOLA – Un proverbio cinese afferma “Pulisci il pianerottolo di casa tua e tutta la città sarà pulita”. Ma ormai la gente ha perso di vista ciò che la riguarda da vicino, figuriamoci l’orizzonte comune. Il risultato è che a Mola la sporcizia regna sovrana per le strade, ed è troppo facile inveire contro le istituzioni (che pure la loro responsabilità ce l’hanno) se non è il cittadino per primo a porsi il problema. Ogni tanto c’è bisogno di un “concittadino” che ce lo ricordi, e a questo giro l’idea è stata di Loredana Menga, che ha proposto l’iniziativa “RipuliaMolacittà”. Nelle prossime due domeniche, il 23 e il 30 agosto, a partire dalle ore 17 alcuni cittadini volontari (e volenterosi) si raduneranno davanti al municipio e da lì partiranno per andare a pulire almeno in parte alcuni “punti caldi” della sporcizia locale. “Per questa domenica abbiamo individuato uno spazio proprio vicino al municipio, in via Filippo Turati – spiega Loredana – e la prossima pensiamo di recarci in zona Padre Pio nel Cozzetto, una zona periferica alquanto incontrollata”. L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa in municipio dalla stessa Loredana, da Vittorio Farella in qualità di presidente dell’associazione “Chiudiamo la discarica Martucci” (che ha subito accolto la proposta della sua associata) e del sindaco Giangrazio Di Rutigliano (l’amministrazione ha dato il patrocinio all’iniziativa). “La manifestazione – ha affermato Farella – mira a conferire un maggior decoro al paese, maturando nei cittadini la consapevolezza e il desiderio di renderla migliore, collaborando contro le sue illegalità. E’ sufficiente che qualcuno getti un rifiuto dove non dovrebbe perché altri lo imitino, per cui bisogna innanzitutto denunciare e sanzionare. Oggi siamo nella condizione ideale di avere per sindaco un nostro associato, quindi si può lavorare per rivedere alcuni aspetti dell’appalto attualmente concesso alla Lombardi”. Il sindaco ha aggiunto che “non basta intervenire dove le regole non sono rispettate, ma bisogna lavorare sulla cultura dei cittadini. Abbiamo subito voluto patrocinare questa iniziativa poiché offre ai cittadini un buon esempio, e intendiamo tenere il 19 settembre una giornata dedicata all’educazione ambientale”. Quante adesioni avete avuto? “Su Facebook – risponde Menga – finora hanno aderito una trentina di persone”. “L’importante è cominciare”, chiosa il sindaco.

Vito Giustino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts