• venerdì , 23 giugno 2017

MOLA, LA RINASCITA DELLA CONFCOMMERCIO LOCALE?

MOLA – Per ora c’è stata solo una riunione. Ma tutti sperano sia l’inizio di un cambiamento. I commercianti molesi stanno cercando di unire le forze per farsi sentire, ed è di pochi giorni fa la riunione tenutasi presso la Pro Loco in cui sono stati stabiliti i primi punti. Ne parliamo con uno dei rappresentanti, Vittorio Tribuzio, “ex-commerciante, pensionato, amante di Mola”. Di cosa avete parlato nella riunione? “Abbiamo deciso di creare qui, nella sede della Pro Loco, la base della nuova Confcommercio. Mola deve ritrovare la sua vocazione turistica, completamente scomparsa negli ultimi anni”. Quando si terrà il prossimo incontro? “Tra una quindicina di giorni. Ognuno di noi si è impegnato a portare altri cinque associati. Poi creeremo un cronoprogramma da portare all’attenzione del commissario prefettizio: inaugurazione della piazza, nuovi parcheggi, spazi di accoglienza (che ci sono, ma restano inutilizzati)… Altre iniziative di concerto con la Pro Loco stessa, come la valorizzazione del Castello Angioino. Il nostro obbiettivo è che al momento dell’inaugurazione della piazza questo gruppo sia già compatto”. I lavori in piazza quanto hanno influito sulla decisione di rilanciare la Confcommercio? “Diciamo che i disagi hanno accentuato questo bisogno, ma è un bisogno che si stava sviluppando già da tempo e tutto si era bloccato a causa del qualunquismo e delle chiacchiere inutili. Ora servono molesi vivi e attivi, che fanno gruppo, si danno da fare e sacrificano parte del loro tempo per svegliare Mola”.

Vito Giustino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts