• sabato , 21 aprile 2018

MOLA, GLI INCONTRI DELL’UNIVERSITA’ DELLA TERZA ETA’

034 - Copia

MOLA – Un incontro fra passato e futuro, fra energia ed esperienza. Questo lo spirito che anima la nuova iniziativa dell’Università della Terza Età di Mola, ovvero un ciclo di conferenze-incontri, all’IISS “Majorana – Da Vinci”, tra gli alunni che frequentano la scuola e quelli che l’hanno frequentata. Il primo di questi incontri, introdotto dalla preside dell’UTE (nonché presidentessa a livello nazionale) Giovanna Fralonardo e dalla preside dell’istituto Caterina Silvestre, ha avuto come protagonista Vito Pinto, oggi docente di Diritto del Lavoro presso l’Università degli Studi di Bari. Proprio la sua professione ha dato spunto all’argomento della conferenza, ovvero l’utilità della scuola nel trovare un lavoro. “Oggi si tende a dare della cultura un’idea di qualcosa di collaterale, che non incide davvero sulla vita quotidiana. – ha esordito il professore – La scuola del business, che valuta tutto in termini di ritorno economico, ritiene che gli uomini di cultura possano svolgere solo lavori autoriferiti come l’insegnamento, cioè restituiscono la cultura che hanno ricevuto ma tutto resta all’interno di un circuito chiuso. Niente di più sbagliato, poiché la cultura, oltre ad allargare la conoscenza di chi ne fruisce (e quindi completare il suo sguardo sulla realtà, stimolandone la creatività e lo spirito critico in ogni ambito della sua vita, soprattutto quello lavorativo), suscita curiosità, genera eventi, fa turismo. Un circuito positivo che può solo fare bene ed aiutarci a uscire dalla situazione di stallo in cui ci troviamo”. Gli interventi dei ragazzi e di alcuni insegnanti hanno completato la giornata, sicuramente utile di per sé e che ci si augura sarà seguita da altre che lo saranno altrettanto.

Vito Giustino

035 - Copia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts