• giovedì , 26 aprile 2018

MOLA, CERULLI: CENTRODESTRA COLPISCE E AFFONDA

004 - Copia

 

MOLA – Mentre il paese era funestato dalla pioggia un altro ciclone si stava abbattendo sull’amministrazione Di Rutigliano. I consiglieri di minoranza hanno indetto nel pomeriggio di ieri una conferenza stampa, “un atto dovuto – come lo ha definito il capo dell’opposizione Stefano Diperna – non solo nei confronti dei soci delle cooperative del Pirp Cerulli, ma anche per ristabilire un principio di verità”. Una verità che parte dal tema che sta tenendo banco in queste settimane, i lavori al Pirp. Se la maggioranza, nel corso dell’ultimo consiglio, ha divulgato la corrispondenza tra la maggioranza stessa e l’ufficio tecnico dell’ingegner Berardi, l’opposizione ha rivelato che al termine di quel consiglio aveva contattato la ragioneria e il collegio dei revisori per avere la conferma nero su bianco che le risorse per il Pirp ci sono, regolarmente previste nell’annualità 2013, e che ci sono anche le autorizzazioni. La risposta da entrambi gli uffici, letta pubblicamente da Giovanni Vincesilao, è arrivata nella mattinata di ieri ed era affermativa. Smentendo così le parole del sindaco e dei suoi assessori. Qui ha preso la parola Sebastiano Delre che ha commentato: “Ora che non siamo noi dell’opposizione ma altri a dire che è tutto pronto per procedere coi lavori di che altro hanno bisogno? Gli assessori dicono falsità e il sindaco non parla, firma e basta! Abbiamo lasciato loro una strada spianata, bisognava essere malati per riuscire a sbandare…”. In chiusura ha ripreso la parola Diperna, per il quale quest’episodio è l’ennesima conferma “dell’incompetenza e della malafede di quest’amministrazione, di cui a questo punto chiediamo ufficialmente le dimissioni”.

Un bell’affondo, e in attesa della (tuttora non pervenuta) replica della maggioranza abbiamo chiesto un parere a Giuseppe Battista, il coordinatore delle cooperative di Cerulli che era presente tra il pubblico. “Non spetta a me fare commenti politici, li ha già fatti chi di dovere. Chiaramente siamo sollevati che non ci fosse il paventato debito fuori bilancio, per cui ora ci auguriamo che il procedimento possa riprendere e recuperare tutto il tempo perso. Non c’è neanche un istante da perdere!” Eravate a conoscenza del contenuto delle carte che sarebbero state lette stasera? “Subito dopo il precedente consiglio comunale mi ero consultato con la minoranza, e mi avevano assicurato che durante la loro amministrazione tutto era stato fatto in regola. Quel che ho sentito oggi per me non è una novità, è solo stato portato alla luce quel che mi era stato detto. Mi astengo dalle polemiche, spero solo si faccia ammenda degli errori e si vada avanti”. Il prossimo consiglio, che dovrebbe tenersi il 15, sarà evidentemente ancora incentrato sul Pirp. Come vi muoverete voi del coordinamento? “Il coordinamento le domande le ha fatte, ora attendiamo risposte”.

Vito Giustino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts