• giovedì , 26 aprile 2018

MARTUCCI, FINALMENTE PARTE IL TRENO DELLE INDAGINI

_MG_4460

INCHIESTA – Lunedì 28 settembre, in mattinata, sono iniziate le indagini sulle acque di falda nell’area vasta a suo tempo individuata (il più noto triangolo delle indagini che si diparte dalle discariche in contrada Martucci e arriva fino al mare tra Torre a Mare e Polignano) a cura del Consorzio interuniversitario individuato al tavolo tecnico regionale del “Comitato per la valutazione dello stato ambientale e il risanamento dell’area vasta in c.da Martucci – Conversano” e del CNR.. Nel corso di quella mattinata sono stati prelevati i primi cinque campioni per analizzarli in appositi laboratori specializzati e con un approfondimento anche sui contenuti batteriologici, a cura dello stesso CNR, per riscontrare eventuali contaminazioni derivanti da inquinanti. Le indagini, che continueranno per l’intera settimana per circa 28/30 pozzi da ispezionare, saranno successivamente valutate anche dall’ARPA (che per altro parteciperà alla raccolta dei campioni e relativa propria analisi per una quota del 10%), l’ADB (Autorità di bacino), la ASL BA. Nella prossima settimana continueranno i prelievi per ispezionare più di un’altra cinquantina di pozzi, fino alla concorrenza prevista di 88 totali. La macchina, seppur faticosamente e con molto ritardo, è partita, grazie anche alla vigile attenzione e sollecitazione del nostro rappresentante all’interno del Comitato, Prof. Francesco Fanizzi e alla nostra continua pressione. Ora dobbiamo sperare che i risultati arrivino presto, anche perché sarà interessante incrociarli con quanto parallelamente eseguirà la Magistratura nell’incidente probatorio che inizierà con l’udienza del prossimo 9 ottobre e il previsto varo del Piano delle indagini. Forse sarebbe il caso di porre attenzione e vigilare affinché a nessun esterno venga in mente di conoscere in anteprima tali dati, per evitare qualsiasi tentazione.

Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts