• venerdì , 20 aprile 2018

LA VENERE DIMENTICATA, CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA

12079245_954845354553555_6520986789582658866_nCONVERSANO –  Cronaca di una morte annunciata. Quella della bella statua di Venere che emergeva nelle sue pudiche nudità dalla fontana di Villa Garibaldi; ha cercato di resistere tra le foglie smarrite di pini senza tempo e acqua putrida, dove anche l’ultimo pesce rosso ha esalato l’ultimo respiro, nell’indifferenza di chi avrebbe dovuto proteggerla e averne cura quale bene storico, quale memoria di un tempo in cui l’inciviltà non era così dilagate o in qualche maniera veniva tenuta sotto controllo.

  • Ormai è un ricordo racchiuso in una serie di scatti fotografici pubblicati su Fb, un racconto osceno di una violenza su un bene pubblico e in quanto tale anche nostro. Ormai per tutti era la Venere senza braccia, poiché la deficienza umana l’aveva già parzialmente distrutta e umiliata, poi qualche giorno fa l’epilogo. Riposa in quell’azzurro sbiadito che era il fondale della piccola piscina senza acqua, frantumata dall’assurdità di chi ha solo l’aspetto di un essere umano.

Un essere immondo che doverebbe essere facile identificare visto e considerato che l’Amministrazione ogni anno paga il servizio di manutenzione degli impianti della zona a traffico limitato e videosorveglianza. Sono stati già liquidati ad una ditta di Reggio Emilia 28.548,00 euro (fatture 2014 iva compresa, atto dirigenziale di Giovanni Di Capua). In quella zona c’è una telecamera per cui sarà facile identificare i deficienti e dare loro una punizione esemplare, non basta una multa o una denuncia, con gente del genere, senza scrupoli,ci vogliono i lavori forzati. Dovrebbero essere costretti a  tener pulita Villa Garibaldi, a ripristinare a loro spese quanto distrutto e altro ancora.Ma la videosorveglianza non certo può considerarsi la soluzione dei mali della Villa.

Sarebbe stato più semplice garantire una guardiania, mettere degli orari di chiusura come si faceva un tempo, ripulire quei bagni pubblici indegni, e magari risentire il suono di quella campanella che dava a tutti la ritirata.  

 

le foto in pagina sono tratte da FB_sei di Conversano se

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts