• sabato , 24 giugno 2017

INDECO SUPERCOPPA: 3 VOLTE SUPERCOPPA

Le rossoblu superano il Cassano Magnago al San Giacomo e capitan Chiarappa solleva il trofeo

Conversano – L’Indeco Conversano cala un fantastico tris e nella sfida che assegna il primo trofeo della stagione alza al cielo la Supercoppa Italiana per il terzo anno consecutivo. Contro il Cassano Magnago, rivale ormai abituale degli ultimi campionati, capitan Chiarappa e compagne vincono in volata davanti al popolo festante di un PalaSanGiacomo sempre pronto a sostenere le proprie beniamine.

LA GARA – Senza Laura Celeste Rotondo, alle prese con un infortunio al ginocchio, mister Fanelli lancia Giorgia Di Pietro che forma il “sette” iniziale assieme a Giona, Albertini, Duran, Ganga, Barani e Babbo. L’avvio di gara sorride alle padrone di casa avanti per 5-2 dopo sette minuti di gioco. Con il trascorrere del cronometro, però, la compagine lombarda prende le misure, avvicinandosi pian piano alle avversarie e trovando al minuto 23 il punto che vale il provvisorio 10-10. Un giro di orologio più tardi Madella (ex di turno) e compagne passano addirittura in vantaggio, assaporando il gusto dell’impresa. Ma è a cavallo tra i due tempi che l’Indeco dimostra di essere una grande, grandissima squadra. Prima dell’intervallo le rossoblu riducono lo svantaggio da tre ad una rete, merito anche di un gol di Martina Giona, mentre ad inizio ripresa l’avvio sprint mette definitivamente ko il Cassano Magnago. A fine gara il tabellone luminoso del PalaSanGiacomo segna 34-28 in favore delle campionesse d’Italia in carica con capitan Chiarappa che solleva, per il terzo anno di fila, la Supercoppa condividendo la propria gioia, e quella dell’intera società pugliese, con tutto il pubblico di casa.

IL COMMENTO – A fine gara Martina Giona esprime tutta la sua gioia per questa vittoria: “Non ci aspettavamo una partita così difficile – spiega a caldo la numero uno conversanese – anche se siamo riuscite a sopperire all’assenza importante di Laura Celeste Rotondo con l’apporto fondamentale di Giorgia Di Pietro e di tutto il gruppo. Sono molto soddisfatta, ma credo che dobbiamo migliorare ancora molto e crescere sotto tanti aspetti. E’ vero, a fine primo tempo l’inerzia della gara sembrava sorridere al Cassano Magnago, ma personalmente non ho avuto sensazioni negative. Crediamo in noi stesse, siamo un gran bel gruppo, ed è successo anche altre volte di ritrovarci a dover inseguire le nostre avversarie. Tutte insieme, però, riusciamo sempre a riprendere in mano la partita e a portare a casa la vittoria. Le mie parate? La pallamano è un gioco di squadra quindi non penso mai agli aspetti personali, cerco sempre di dare il miglior contributo. Pensieri speciali per queste vittoria? La dedico a mio nipote”.

supercoppa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts