• venerdì , 27 aprile 2018

I PRESIDENTI ALLOGGIATI NEI MONUMENTI

BEN198800 View of the Casino del Bel Respiro, built by Alessandro Algardi (1602-54) and Giovanni Francesco Grimaldi (1606-80) in 1644-52 (photo); by Italian School, (17th century); Villa Doria Pamphilj, Rome, Italy; Italian, out of copyright

a cura di Mimmo Derasmo

Da una notizia di stampa risulta che il Presidente del Consiglio (sig. Renzi) ha preso possesso del Casino del Bel Respiro nel parco di villa Pamphilj a Roma per trascorrere i fine settimana con la famiglia. Prima dove andava? e’ Normale occupare un monumento nazionale per motivi privati? E non è la stessa cosa per il Presidente della repubblica (sig. Mattarella)? capisco l’alloggio di servizio, ma non si può creare un posto unico di rappresentanza nazionale da utilizzare in tutte le cerimonie nazionali ed internazionali tale da risparmiare i vari milioni di euro per il personale occorrente per mantenimento e cura di queste strutture? e’ lecito chiedersi se tutto ciò rientra nella normalità e nelle regole che i nostri politici dovrebbero imparare a trasmetterci per intraprendere la via da percorrere nell’attualità e per un futuro meno dilapidante?

La politica è chiamata a dare risposte, a confrontarsi senza filtro con i cittadini nei faccia faccia che non avvengono mai; per questioni concrete sulla sanità, sulle scuole, sul lavoro, sui trasporti e su tutto quello che i nei tempi, ormai molto lontani, ci aveva collocato al quinto posto della graduatoria dei paesi più ricchi ed industrializzati del monto. qual era abilitazione privata dei politici prima di essere tali a cominciare dal Presidente della repubblica che dovrebbe incominciare a dire a voce alta, molto alta, le cose che vanno ed aggiustare, se è il caso, le cose che si dichiarano essere nella normalità accelerando i tempi per la corretta esecuzione. Signori presidenti, se riuscite a leggermi, datevi da fare e guadagnatevi i vostri “privilegi” che paragonati con la normalità sono a distanza infinita.

A voi fanno seguito i politici che concorrono, a tutti i livelli, a rovinare il nostro paese. Siete tanti ma non servita a gran ché specie se si considera il nostro punto d’arrivo. Per ricostruire si devono rifare le regole e per tutto ciò che non va occorre segnare lo Stop a fine legislatura. Si farà? Non credo perché oltre ad un interesse personale, politica a tempo infinito e guadagni oltre ogni limite, appare evidente un colossale menefreghismo nei nostri riguardi. Sig. Presidente della Repubblica si dia da fare e quando lo farà, se lo farà, lo faccia a voce alta, come un cittadino normale, comunicandolo a tutto il Paese come l’augurio di fine anno. … e mi raccomando s’incazzi, così non avrà neanche il bisogno di leggere.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts