• sabato , 21 ottobre 2017

GRADUATORIE D’ISTITUTO: ECCO COME FARE

La procedura per la compilazione delle domande per l’aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto può risultare confusa e complessa: in realtà è formata da due fasi – la seconda partirà a luglio – molto precise e lineari. Vogliamo aiutarti con un decalogo da tenere a mente.

I 10 punti

1. Le domande di inclusione nelle graduatorie di circolo e istituto devono essere presentate entro il termine del 24 giugno 2017. Sono aggiornate solo la seconda e la terza fascia, non è previsto l’aggiornamento per la prima fascia delle graduatorie di istituto.

2. Non si procederà ai nuovi inserimenti nelle graduatorie di istituto relative alle classi di concorso:

A-66 Trattamento testi, dati ed applicazioni. Informatica;
A-76 Trattamenti testi, dati ed applicazioni, informatica, negli istituti professionali con lingua di insegnamento slovena;
A-86 Trattamenti testi, dati ed applicazioni, informatica, negli istituti professionali in lingua tedesca e con lingua di insegnamento slovena;
B-29 Gabinetto fisioterapico;
B-30 Addetto all’ufficio tecnico;
B-31 Esercitazioni pratiche per centralinisti telefonici;
B-32 Esercitazioni di pratica professionale;
B-33 Assistente di Laboratorio.
3. È possibile presentare domanda nelle graduatorie di un’unica provincia.

4. Le domande devono essere presentate ad una scuola a scelta degli interessati che gestirà la domanda. Tale scuola deve essere indicata per prima nell’elenco delle scuole prescelte nel Modello B che sarà compilato in un secondo momento, dal 1 al 20 luglio in modalità on-line. Nel caso nell’elenco siano presenti scuole di diversi ordini e gradi, la scuola prescelta deve appartenere all’ordine di grado superiore.

5. Della scuola scelta per la consegna del modello è necessario inserire il codice meccanografico, questi sono reperibili sui siti istituzionale degli Uffici Scolastici Regionali o della scuola stessa.

6. Bisogna usare i codici delle nuove classi di concorso e non quelli precedenti, sarà necessario, quindi, verificare la nuova corrispondenza.

7. Coloro i quali sono già inseriti in graduatoria non dovranno ridichiarare il titolo di accesso, a meno che questo debba essere rivalutato. Pertanto si presenta il titolo di accesso solo se si tratta di nuovo inserimento o se è un titolo in sostituzione di quello precedente.

8. Coloro i quali sono già inseriti in graduatoria non dovranno ridichiarare il punteggio precedente. Infatti, questi docenti riporteranno, nel proprio modulo, il punteggio con cui figuravano nelle relative graduatorie del triennio precedente. Dovranno invece dichiarare il servizio prestato successivamente alla data del 23 giugno 2014 sino al termine della scadenza di presentazione della domanda previsto per il 24 giugno 2017. Se invece il punteggio precedentemente dichiarato è stato oggetto di variazione, il docente lo dovrà dichiarare nell’apposito spazio del modello che presenta.

9. Chi era già inserito nelle precedenti graduatorie non deve ridichiarare i titoli, pena di esclusione dalla procedura, potrà aggiungere solo i titoli conseguiti dopo il 23 giugno 2014 o acquisiti prima di questa data, ma mai presentati in precedenza. Fanno eccezione:

aspiranti appartenenti alle classi di concorso A31 e A32 e A077 (ora A029-A030- A056) che intendano iscriversi nelle graduatorie relative alle nuove classi di concorso di cui al D.P.R. 19/2016 e che nel triennio precedente erano iscritti nelle graduatorie di Istituto dei Licei Musicali e Coreutici;
i docenti della classe di concorso A077 (ora A056) precedentemente iscritti nelle graduatorie di istituto di seconda fascia, in ragione della diversa Tabella di valutazione approvata con il nuovo decreto. Sono fatti salvi i titoli artistici precedentemente dichiarati.
10. La dichiarazione dei titoli artistici è prevista solo per strumento musicale e per gli insegnamenti specifici del liceo Coreutico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts