Xylella: gestire per non subire , convegno al Castello Marchione

CONVERSANO. Il caso Xylella fastidiosa nel sud della Puglia ha lanciato un allarme a carattere emergenziale nella regione italiana e nel resto del mondo: la malattia delle piante è ormai alle porte del sud-est barese ed avanza a velocità da non sottovalutare.
Domani, 16 novembre, alle ore 17.30 presso il Castello Marchione il Comune di Conversano, l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e l’istituto di ricerca Dyrecta Lab organizzano il convegno dal titolo: “Xylella: gestire per non subire”.
Apriranno il convegno il Sindaco di Conversano, avv. Pasquale Loiacono, con l’Assessore all’Agricoltura e alle Attività Produttive dott. Francesco Minunni; apporteranno il loro contributo scientifico il prof. Franco Nigro, patologo del Dipartimento di Scienze del Suolo della Pianta e degli Alimenti, che illustrerà gli aspetti principali del batterio e dei danni che esso provoca alle piante, e il prof. Francesco Porcelli, entomologo del Dipartimento di Scienze del Suolo della Pianta e degli Alimenti, esperto del controllo dei vettori e delle infezioni.
Seguirà l’intervento del dott. Maurizio Galiano, amministratore dell’Istituto di Ricerca Dyrecta Lab,
che proporrà uno scenario tecnologico-innovativo per far fronte all’emergenza. A Paolo Leoci, consulente agrario di campo, spetterà il compito di illustrare gli scenari delle ricadute sul comparto oleario ortofrutticolo dovute all’introduzione del patogeno ormai endemico nella nostra regione.
Leonardo Capitanio, Presidente A.N.V.E. – Associazione Nazionale Vivaisti Espositori, contribuirà
al dibattito illustrando nuove prospettive d’impresa vivaistica nelle zone delimitate. Il dott. Domenico Ragno, per l’A.R.I.F., parlerà delle azioni di monitoraggio, contenimento ed eradicazione intraprese fino a questo momento.
Concluderà il convegno il Presidente della Regione Puglia, dott. Michele Emiliano.