Monopoli,Punti informativi sociali e di comunicazione in cinque contrade

La Giunta Comunale ha approvato l’atto di indirizzo al fine di coinvolgere le parrocchie

Punti informativi Sociali e di Comunicazione, nell’ambito delle ordinarie attività oratoriali, alle Parrocchie situate in cinque contrade cittadine. È quanto prevede la Delibera di Giunta approvata nella seduta del 21 marzo 2019 su proposta dell’Assessorato ai Servizi Sociali.

La Giunta Comunale ritiene importante coinvolgere le Parrocchie dell’agro monopolitano nella istituzione di spazi di raccordo tra l’Amministrazione Comunale e le comunità del territorio rurale cittadino, al fine di garantire ai cittadini delle contrade una serie di servizi.

L’obiettivo è quello di dare la possibilità ai cittadini, soprattutto a quelli in situazioni critiche (anziani, donne in gravidanza,  disabili, immigrati, singoli, nuclei familiari in grave disagio socio-economico, ecc…), di ricevere in loco informazioni, notizie e prima assistenza amministrativo-burocratica riguardo le opportunità, i servizi e le prestazioni socioassistenziali rese disponibili dall’Amministrazione comunale, ma anche di ottenere notizie riguardo le altre materie di competenza comunale quali ad esempio l’ecologia, il trasporto, l’agricoltura, il turismo, i lavori pubblici e così via.

Le contrade individuate sono cinque: Antonelli, Cozzana, L’Assunta, Santa Lucia e Sicarico.

Il servizio qualificato come Punto Informativo Sociale e di Comunicazione sarà svolto dalle Parrocchie a titolo gratuito, con la sola previsione di un contributo simbolico a rimborso delle spese effettivamente sostenute pari ad € 1.500 per ogni Punto informativo.

«Tra gli obiettivi programmatici dell’Amministrazione comunale vi è l’impegno a raggiungere con le proprie iniziative l’intera popolazione cittadina agevolando in particolare quanti, per situazioni di disagio psicofisico, economico o sociale, abbiano più difficoltà a conoscere e ad accedere alle opportunità di supporto disponibili. Questa delibera va proprio in questa direzione», afferma il Sindaco di Monopoli, Angelo Annese.

«Abbiamo un terzo della popolazione che vive nell’agro. Con questo provvedimento vogliamo dare una risposta a loro, offrendo servizi, al pari dei concittadini abitanti nella zona urbana. In questo modo anche gli abitanti delle contrade potranno più agevolmente fare ricorso alle informazioni, ai servizi e alle prestazioni socio assistenziali messe a disposizione della comunità», evidenzia Assessore ai Servizi Sociali, Ilaria Morga.