MOLA, Finanziato dalla Regione Puglia l’ammodernamento del Depuratore

MOLA DI BARI. Con Delibera n. 2040 del 15 novembre 2018 la Giunta Regionale ha approvato l’elenco dei 15 interventi ammessi a finanziamento a valere sul Piano Operativo Ambiente – Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020 – Delibera CIPE “Interventi per la tutela del Territorio e delle Acque”.
Il CIPE con Delibera n.25 del 10/8/2016 ha ripartito le risorse del FSC 2014-2020 disponibili, destinando 1,9 miliardi € al Piano Operativo area “Ambiente”, individuando i principi ed i criteri di funzionamento e utilizzo delle medesime risorse.
Con successiva Delibera ha, inoltre, approvato il Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020, “Interventi per la tutela del territorio e delle acque” gestito dal MATTM (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare).
Il Ministero dell’Ambiente, nell’ambito del suddetto Piano Operativo, ha assegnato alla Regione Puglia una quota pubblica pari a € 67.592.194 da destinare al finanziamento di quegli interventi finalizzati a sanare l’attuale assenza di conformità dei sistemi fognari e depurativi alla direttiva 91/271/CEE.
Lo stesso Ministero ha approvato la proposta di finanziamento presentata dalla Sezione Risorse Idriche della Regione Puglia di concerto con l’AIP ed AQP, per un importo complessivo di € 101.613.540, di cui €67.592.194 a valere sulle risorse pubbliche del FSC 2014-2020-Piano Operativo Ambiente e € 34.021.346 quale quota privata AIP a carico dei proventi tariffari o di eventuali risorse pubbliche che si dovessero rendere disponibili nel corso del periodo di programmazione comunitario e nazionale 2014-2020.
Tra i comuni beneficiari c’è anche  Mola di Bari beneficiario di un finanziamento di  € 5.400.000,00 per il potenziamento ed ammodernamento del depuratore sulla via per Cozze.

 Secondo l’Assessore ai Lavori Pubblici e Pianificazione Territoriale Nico Berlen “Questo importantissimo finanziamento permetterà al nostro territorio di migliorare non solo lo standard funzionale del proprio depuratore, ma insieme ad altri investimenti sulle reti già programmati, progettati e finanziati, consentirà di raggiungere un regime di eccellenza per dotazioni quantitative e standard qualitativi del servizio idrico integrato e non secondariamente renderà più “compatibile” l’infrastruttura con il contesto urbano e più plausibili le ipotesi di sviluppo di una parte importante di città su cui l’amministrazione punta la sua azione di progresso e innovazione urbanistica, economica e sociale”.

Grazie all’approvazione del Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020 – afferma il Sindaco di Mola di Bari Dott. Giuseppe Colonnail nostro Comune potrà beneficiare di interventi strutturali e di ammodernamento operati nella filiera di processo della depurazione.

Il nostro depuratore sarà adeguato in termini di riduzione degli impatti ambientali e orientato verso un’attività di depurazione efficiente. Inoltre, cosa non secondaria e richiesta da anni dalla comunità molese, sarà finalmente risolto il problema dei cattivi odori provenienti dal depuratore”.