Firma del protocollo di intesa con Fondazione Pascali e Fondazione Di Vagno.

Giovedì 30 maggio, alle ore 12 in Sala Giunta, si terrà l’incontro per la firma del protocollo di intesa fra la Città di Conversano, la Fondazione Museo “Pino Pascali” e la Fondazione “G. Di Vagno”.Interverranno Pasquale Loiacono Sindaco di Conversano, l’Assessore comunale alla Cultura Ciccio Magistà, il presidente della Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921)” Gianvito Mastroleo, il presidente della Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea Giuseppe Teofilo e la direttrice Rosalba Branà. Presenzierà il Direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia Aldo Patruno.”L’accordo nasce per coltivare una fattiva ed efficace collaborazione fra i tre enti – spiega l’Assessore Magistà – finalizzata alla valorizzazione e alla promozione del settore culturale, storico, artistico, paesaggistico del territorio, attraverso la condivisione di saperi, la sperimentazione di forme di collaborazione e di processi di coprogettazione, nell’attuazione di esperienze e iniziative comuni”. Nello specifico l’Amministrazione Comunale, la Fondazione Pascali e la Fondazione Di Vagno intendono promuovere forme di cooperazione e avviare occasioni di collaborazione per realizzare congiuntamente interventi finalizzati a: – valorizzare le peculiarità storico-artistiche e culturali del territorio; – rilanciare l’offerta culturale, attraverso la realizzazione di azioni ed interventi volti alla promozione di tali attività, finalizzate a potenziare la fruizione pubblica dei beni e dei servizi offerti, a vantaggio della collettività;- attivare strategie di valorizzazione territoriale che garantiscano una maggiore salvaguardia, promozione e pubblica fruizione del patrimonio storico artistico, monumentale, museale e paesaggistico ambientale, anche al fine di incrementare l’attrattività dell’offerta culturale e turistica , nonché il potenziamento dei servizi offerti ai cittadini per la fruizione del patrimonio culturale; – rafforzare la rete di collaborazioni e di interscambio di esperienze e buone prassi che consentano una progressiva riqualificazione e diversificazione dell’offerta culturale, tale da produrre miglioramenti significativi nella valorizzazione e nella fruizione del patrimonio culturale e ambientale del territorio, nonché da produrre ricadute positive sullo sviluppo turistico del territorio;- promuovere tramite iniziative di sistema un servizio coordinato di informazione e di promozione delle attività realizzate in maniera congiunta o disgiunta nel territorio, come eventi culturali, mostre e iniziative temporanee, ai fini di una più efficace diffusione delle attività;- organizzare eventi culturali, mostre temporanee e/o permanenti, aventi ad oggetto prodotti artistici afferenti ai vari linguaggi multimediali, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati;- organizzare attività didattiche e divulgative rivolte a un’utenza quanto più ampia e differenziata possibile, anche in collaborazione con istituti di istruzione di ogni ordine e grado, associazioni dotate di adeguati requisiti, società specializzate nel settore, organizzazioni e testate giornalistiche specializzate nelle tematiche culturali e valorizzazione del territorio; – promuovere lo sviluppo delle nuove espressioni culturali, artistiche e creative anche in relazione all’impiego di tecnologie innovative, con particolare attenzione alle azioni rivolte alla valorizzazione dei giovani artisti, operatori culturali e ricercatori;- favorire la creazione di percorsi di visita ed itinerari culturali nel territorio, in una logica di sistema che consideri la cultura quale strumento di crescita e di sviluppo per la collettività.

foto Mattia Ramunni