CONVERSANO: VIOLAZIONI DIRITTI VEGLIA DEI DEFUNTI.

Riceviamo e pubblichiamo

Si invia documentazione relativa alla problematica della veglia delle salme in chiesa nel comune di Conversano.
Ancora oggi viene negato il diritto di poter vegliare i propri cari al momento del decesso nei luoghi di culto per tutti i Cittadini di Conversano.

Per tal motivo, oltre ad una mirata azione legale si è mobilitata l’Associazione “Forza dei Consumatori” e la locale Confraternita della Passione,che ha in ultimo avviato anche una raccolta firme che in poco tempo è stata
sottoscritta da circa 400 persone che, identificate con documento di identità,
vogliono far valere la propria libertà di scelta e chiedono la modifica del sistema attuale agli esponenti degli enti e delle istituzioni locali.
Chiunque può continuare ad aderire e supportare questa nobile e importante iniziativa che fonda il legittimo supporto normativo nell’Art. 3 comma 5 lett. e) Regolamento Regionale N. 8 dell’11.03.2015, il quale, richiamando il solo art. 12 comma 2 del DPR 285/1990, consente lo svolgimento del periodo di osservazione e per l’esposizione delle salme nei luoghi di culto in alternativa alla sala di commiato.
Purtuttavia è prevalsa sinora l’avversa interpretazione, che richiama peraltro fonti normative più datate, che impedisce viceversa tale libertà discriminando i Cittadini di Conversano rispetto agli abitanti degli altri paesi d’Italia.
Il popolo è chiamato a reagire e lo sta facendo dimostrando coesione e volontà di rivendicare il suo diritto leso, ed al pari si invitano i rappresentanti attuali e futuri delle istituzioni e degli enti locali (Comune di Conversano e Regione Puglia), a prendere a cuore la tematica e risolverla al più presto in via definitiva.
DIRITTO DI VEGLIARE I PROPRI CARI NEI LUOGHI DI CULTO

Si sottopone all’attenzione dei seguenti destinatari e dei candidati

Consiglieri e ad ogni carica politica e rappresentativa una questione che attanaglia il Comune di Conversano, affinché ne prendano contezza e si attivino, anche quale impegno personale e politico, per riportare equità e tutela dei Cittadini ai quali ancora oggi viene negato il diritto di poter vegliare i propri cari al momento del decesso nei luoghi di culto.
La presente viene inviata per tal fine ai seguenti Egr. Sigg.:

– S.E. Mons. Giuseppe Favale Vescovo della Diocesi Conversano/Monopoli

– Arciprete Don Felice Di Palma rettore chiesa Passione

– Don Giuseppe Goffredo direttore consulta diocesana delle confraternite

Candidati al Comune di Conversano:

– Giuseppe Lovascio

– Gianvito Matarrese

– Pasquale Loiacono

– Lestingi Domenico

– Valerio Conte

– Matteo Salzo

Candidati alla Regione Puglia:

– Savia Damato

– Bartolomeo Lofano

– Francesco Magistà

– Gianni Volpe

– Domenico De Santis

Segue: missiva già inviata nel marzo 2020 agli indicati indirizzi; la raccolta firme Cittadini di Conversano è a disposizione presso la locale Confraternita della Passione.
Avvocato Leopoldo Di Nanna