• venerdì , 23 giugno 2017

FARE VERDE, DOVE PASSANO I NUOVI BARBARI

L’iniziativa nazionale “Dove passano i nuovi barbari” ha fatto tappa anche nella nostra città. La passeggiata ecologica dal lago Sassano al lago di Chienna e ritorno, che sono due dei dieci laghi di Conversano, ovvero dieci doline carsiche dove sono stati costruiti pozzi che raccolgono e preservano le acque superficiali meteoriche per gran parte dell’anno, ha permesso di riprendere contatto con la natura ed osservare contemporaneamente le malefatte degli uomini. Infatti durante il tragitto sono stati raccolti dai volontari di Conversano e di Bari  presente anche il Resp. Prov. Avv. Sandro Marano, una decina di sacchi con rifiuti d’ogni genere debitamente differenziati (lattine, bottiglie di plastica, bottiglie di vetro, pezzi di computer e di cellulari, scarpe, cosmetici, ombrelli,ecc). L’obiettivo della manifestazione messa in campo in tutta italia dai nuclei operativi dell’associazione Fare Verde era infatti sensibilizzare le comunità ospitanti della urgenza e necessità di preservare il mondo che è casa nostra. Ricordare a ciascuno che il nostro Pianeta è nelle nostre mani, e che aver rispetto per l’ambiente vuol dire aver rispetto per se stessi. La natura non produce rifiuti, il rifiuto è un oggetto del quale l’uomo, il proprietario vuole disfarsi perché è rotto, vecchio, consumato o ritenuto non più utile. I rifiuti sono nati con noi esseri umani. Infatti se noi andiamo in un bosco, dove non ci ha mai messo piede l’uomo, ci rendiamo conto che i rifiuti non esistono, tutto ciò che la natura produce viene trasformato e reinserito nel suo ciclo naturale. Quello che i volontari di Fare Verde hanno fatto è appunto una dimostrazione pratica di come oggi si possa ridurre attraverso il “riciclo” effettuando una buona raccolta” differenziata” il materiale di scarto e rifiuti non solo in città sotto casa ma anche nelle periferie, nelle campagne, nei prati, fiumi, laghi, in riva al mare e soprattutto non abbandonandoli contribuendo alla distruzione del paesaggio, dell’ambiente naturale così come avveniva in passato dopo il passaggio dei Barbari.

Ricordiamo per chi fosse interessato a conoscere tutte le attività dell’associazione che può contattare il numero cell 3464201703 Serena Perrone e che le iscrizioni terminano il 31 maggio 2017.

                                          

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts