Ostuni (Brindisi) – #viaggiomediterraneo22

Fa tappa a Ostuni il book tour di “Viaggio Mediterraneo” Secop Edizioni, volume scritto a quattro mani dal poeta, scrittore e artista Gino Locaputo e dalla giornalista professionista Maria Sportelli.  Appuntamento *lunedì 22 agosto 2022, alle 20.00, nella Chiesa seicentesca dello Spirito Santo in Ostuni,* in via Roma nei pressi di Piazza della Libertà. Ingresso libero.

L’evento, per volontà dello stesso Locaputo, nasce come *omaggio al grande musicista e percussionista ostunese Pierangelo Colucci, mancato nel 2015, a cui l’autore originario di Conversano era legato da un rapporto di profonda amicizia e stima. Contribuiranno all’evento e alla tributo quattro artisti eccellenti della terra di Puglia: *Rocco Capri Chiumarulo (voce narrante), Paolo Mastronardi (voce e chitarra), Davide Torrente (percussioni), Tonino Zurlo (cantautore).

Pierangelo Colucci ha rappresentato un punto di riferimento per la musica etnica dei popoli del Mediterraneo e non solo, suonando, tra gli altri, con Eugenio Bennato, Beppe e Concetta Barra, i Dervisci a Bagdad, ma anche con Glen Velez e Nabil Kaiat, considerati fra i migliori percussionisti a livello mondiale. Pierangelo Colucci è stato, inoltre, tra i fondatori di gruppi etnico-musicali di notevole spessore artistico quali “Ghetonìa”, “La Compagnia Mediterranea”, “Arakne mediterranea” e il gruppo berbero-marocchino “Al Noujoum”.

La serata, coordinata e moderata dalla poetessa e autrice teatrale Mara Venuto, è patrocinata dalla Parrocchia Concattedrale Santa Maria Assunta in Cattedrale Ostuni. Per l’occasione Gino Locaputo scrive una lettera immaginaria al suo caro amico. Di seguito la nota.

Caro Pierangelo, 
quanti anni sono trascorsi dalla tua scomparsa. Non lo ricordiamo e non lo vogliamo ricordare, ricordiamo solo quanta strada abbiamo percorso insieme, in giro per il mondo sempre con quei felici ritorni nella tua adorata Ostuni. Da Cuba alla Palestina, dal Marocco all’Egitto, dalla Grecia alla Giordania; dalla Siria all’Iraq e perdonaci se abbiamo dimenticato qualche nazione. Non abbiamo certamente dimenticato il tuo sorriso e la tua dolcezza e tutte le distanze percorse insieme. Alcune con me, alcune con Maria ma chi ti scrive in questo momento è assalito da un’emozione, anzi da una commozione inarrestabile. Ci vorrebbe un’enciclopedia per raccontare tutto quello che abbiamo fatto insieme e soprattutto il sorriso che abbiamo regalato alla parte più bella di questo mondo: i bambini. *
*Come dimenticare la tua generosità, le carezze che hai elargito a tutti i bambini incontrati. Tu bambino, anzi più bambino di loro. E ogni volta sventolavi la stessa bandiera. Una bandiera unica, irraggiungibile da parte di tutti quanti noi. La bandiera di un mondo migliore, quel mondo che avevi sempre desiderato e abbracciato in tutte le occasioni dei nostri viaggi. *
*Oggi il Viaggio Mediterraneo (Albahr Almutawasit in arabo), approda nella tua Ostuni, nella città bianca. Che dirti, riusciremo a ricordarti e a far ricordare a chi ti ha dimenticato tutto ciò che hai fatto con orgoglio per questa Città. La città che ti ha dato i natali, la città che tu hai portato nel cuore fino all’ultimo istante della tua vita. Ti vediamo sorridere da lassù, perché ne siamo certi oggi suoni con il buon Dio, anzi la tribù di Colucci, così come veniva riconosciuta dai grandi artisti, suona con il buon Dio. Sarai felice di questo nostro approdo nella tua città. Ringraziamo tutti, ostunesi e non, per questo momento di grande gioia dove lanciamo una grande promessa: Pierangelo non ci dimenticheremo mai di te, grazie immenso per tutto quello che ci hai donato. *
Gino Locaputo
Si ringrazia per il mecenatismo: Di Palma Donato & figli srl di Conversano