Conversano, al via Carnem Levare

Conversano (Bari) – “Impariamo divertendoci tra maschere e coriandoli” . È questo il motto di  Savia Damato, presidente dell’associazione di promozione sociale Work in Progress, ideatrice e organizzatrice della prima edizione  di Carmen Levare, manifestazione carnevalesca.

Appuntamento con la gioia e i sorrisi dei bambini e l’entusiasmo ritrovato degli adulti, domani venerdì 21 Febbraio, ore 10. 00, in via Matteotti. Tutti rigorosamente in maschera.

Già attivissima nel Terzo Settore, la Damato é riuscita a creare sinergie tra le diverse anime del territorio valorizzando le potenzialità di ciascuna. Così la rete, di cui molti hanno solo parlato in questi anni, é stata messa in atto concretamente  coinvolgendo con amore e passione  le realtà presenti. Non senza investimenti personali.

“Tutto parte dalla storia reale di Conversano – ha spiegato Savia Damato nel corso della nostra intervista – alla quale abbiamo collegato temi fantasy. In molti si chiedono il perché di questo connubio… La risposta è semplice, la condivisione di ciò che siamo deve essere semplice e fruibile per tutti. Ergo: impariamo divertendoci.
Fondamentale la collaborazione del 2^ circolo didattico di via Firenze e dell’Amministrazione comunale insieme ad altre importanti realtà: Maschere Italiane centro di coordinamento nazionale, comitato regionale Pescarello e Scherzarello di Polignano,Trullando di Putignano; L’arte della Bellezza,
e Sensazioni del sud di Conversano; Eres di Gravina, le magie del Mago Felix di Rutigliano, La casa dei bambini
Ohissa, e i miei cari amici della associazione Re Biscottino onlus di Novara”.


A sfilare in prima fila, tra le maschere tipiche di Conversano come Smeraldino e Roverella, ideate dalla maestra Angela Roscino e dalla sua classe (vincitrici nel 2006 di un concorso indetto dall’UPTE), ci sarà anche Fumarella. È il personaggio creato dalla maestra Tonia Zivoli e dalla sua classe (maschera arrivata seconda allo stesso concorso).
Vi aspettiamo.
Un ringraziamento speciale a Teo Viaggi e Pierino Murro.”

EVENTI collaterali – Il 21 22 e 23 febbraio, dalle ore 17.30 presso Corte Altavilla: laboratorio educativo, grazie all’associazione Le due Corone di Bologna. Metteranno a disposizione la loro professionalità e passione per farci rivivere attraverso la rievocazione storica la vita dei militari durante la Seconda Guerra Mondiale. I laboratori sono gratuiti.