Conferenza stampa SAC – Mari tra le mura alla BiT di Milano 2020

Lunedì 10 febbraio, in occasione della 40esima edizione della BiT di
Milano, presso la Sala Conferenze dello Stand WeAreinPuglia è stato
presentato il progetto “SAC – Mari tra le Mura”. Dalla collaborazione fra i
quattro Comuni partner – Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e
Rutigliano – con partner quali la Fondazione Pino Pascali e il Teatro
Pubblico Pugliese, è nato un sistema che si apre in modo nuovo al
partenariato socio-economico.

“Un sistema in grado di offrire al turista e a chi vive sul territorio
qualcosa di autentico e di molto identitario – ha dichiarato in conferenza
stampa il Sindaco di Conversano Pasquale Loiacono –  nel rispetto delle
diverse identità dei vari Comuni soci. La nostra è una visione armonica,
sinergica, priva di concorrenza, ma anzi improntata a collaborazione e
voglia di andare avanti insieme”.

Dal mare ai laghi, dalle lame agli ulivi, dai castelli ai musei, dalle
chiese ai centri storici, dall’enogastronomia all’artigianato. Una porzione
di territorio variegato e composito che il SAC intende rendere fruibile
grazie a una cospicua dotazione di mezzi e servizi all’insegna di una
mobilità lenta e sostenibile, che consenta al turista di prendersi il suo
tempo per assaporare l’offerta di questo pezzo di Puglia.

Il Sindaco Loiacono ha colto l’occasione per presentare la ricca offerta di
eventi che ravviveranno Conversano, a partire dal Maggio Conversanese, al
via il prossimo 24 aprile, durante il quale la città si riveste di fiori.
“È sicuramente l’evento di punta per Conversano – ha chiarito Loiacono,
definendo l’iniziativa uno dei cardini all’interno del generale piano di
destagionalizzazione del turismo sposato dalla sua amministrazione –Sono 45
giorni in cui la città cerca di riscoprire l’orgoglio conversanese e in cui
mettiamo a disposizione il nostro patrimonio naturalistico e i monumenti,
il Polo museale, la Pinacoteca, ma soprattutto questa riscoperta
dell’essere cittadino di Conversano, una riscoperta che vogliamo anche
trasferire ai turisti e che vogliamo trasferire agli stessi comuni che son
con noi”.

La presentazione del progetto, finanziato con fondi regionali e comunitari,
ha incontrato l’entusiasmo dell’Assessore regionale al Turismo Loredana
Capone, che è intervenuta nella conferenza ribadendo l’importanza di far
scoprire al grande pubblico quella “Puglia che non ti aspetti”, per citare
le sue parole, grazie a un’azione basata sulla rete fra amministrazioni,
enti e organizzazioni. “Venire in questa realtà significa probabilmente
cavare qualcosa che contemporaneamente è paesaggio, storia, cultura e arte”
ha proseguito l’assessore Capone. “In una parola, la Puglia che non ti
aspetti bisogna venirla a vedere”.