• sabato , 16 dicembre 2017

Dieci consigli per combattere il caldo dentro casa e dormire la notte.

Dal punto di vista alimentare, è necessario preferire alimenti ricchi di carboidrati (quelli che iniziano con la lettera ‘p’, per capirci, cioè pana, pasta, patate), nonché frutta e verdura in abbondanza per refrigerare l’organismo ed equilibrare la temperatura del corpo.
Bere molta acqua è fondamentale soprattutto in questo periodo dell’anno, poiché si tratta di un elemento che aiuta ad essere più concentrati e a depurare il nostro corpo dalle tossine in eccesso attraverso l’urina.
Da evitare caffè e superalcolici, nonché peperoncino e paprika, che innalzano la nostra temperatura corporea e sono dei veri e propri nemici del sonno.
Mangiare troppo o, al contrario, stare a digiuno, porta il nostro organismo a non addormentarsi, motivo per cui è fondamentale seguire un’alimentazione equilibrata che non appesantisca, ma che nemmeno ci lasci con la fama, prima di andare a letto.
Dal punto di vista energetico, i ventilatori a pale consumano molta meno energia dei condizionatori (circa 15 volte in meno).
Spegnere gli elettrodomestici che non si usano può essere utile per non surriscaldare eccessivamente l’aria, dato che anche in standby i vari computer, lavatrici, forno, microonde e lavastoviglie rilasciano modiche quantità di calore nell’aria.
Tenere abbassate le tapparelle vi permetterà di ritrovare la casa più fresca al ritorno dopo una giornata di lavoro.
Consigliabile posizionare piante e rampicanti all’esterno di un balcone o di una veranda per permettere loro di assorbire il calore del sole.
Per le finestre è meglio usare tende di colore bianco o comunque chiare, in modo che non attraggano la luce solare.
Accendete la luce il meno possibile, anche perché, oltre a risparmiare sull’energia elettrica, le lunghe giornate estive vi permetteranno di avere una luce solare praticamente naturale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts