• mercoledì , 22 novembre 2017

DA MOLA UNA DENUNCIA SULLA SANITA’ NEL BARESE

13076989_10208012936295775_1532932835662033449_n - Copia

 

[DAL CONSIGLIERE DI MINORANZA GIUSEPPE COLONNA RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO]

Nelle scorse settimane il Consiglio Comunale di Mola ha approvato un ordine del giorno presentato dalla minoranza di centro-destra per contestare il Piano di Riordino Ospedaliero Regionale (che prevede la chiusura di alcuni ospedali a noi vicini) nonchè attivare un confronto con i Dirigenti della ASL e gli amministratori regionali, in primis il presidente Emiliano, affinchè sia potenziato il nostro punto di primo intervento.

Nei giorni seguenti una delegazione di Amministrazione e Consiglio Comunale ha incontrato il dott. Vito Montanaro, direttore generale dell’ASL BA.

Passa qualche giorno ed ecco le novità: tutti i Punti di Primo Intervento del Barese resteranno chiusi di notte.

La decisione è stata presa nel giro di un giorno (protocollo 84/154) e comunicata solo in queste ore ai sindaci dei paesi interessati, pur essendo operativa fino a data da destinarsi già a partire da ieri!

Niente prestazioni notturne negli ex Pronto soccorso di Bitonto, Casamassima, Castellana Grotte, Giovinazzo, Rutigliano, Mola, Polignano, Grumo, Locorotondo, Alberobello.

I sindaci di vari comuni si stanno già attivando per contrastare il provvedimento, mentre è stata già presentata una denuncia contro ignoti.

Chiediamo al Sindaco di Mola di attivarsi sin da subito con i suoi colleghi per contrastare immediatamente questo provvedimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts