• venerdì , 23 giugno 2017

CONVERSANO, ARRIVANO “LE NOTTI DELLA CONTEA”

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO]

CONVERSANO (BARI). Notti calde e oscure; notti in cui i sapori e gli odori della tradizione ripercorreranno le strade della città; notti in cui la Storia, quella dei conti e quella degli umili, si paleserà in tutta la sua magnificenza, tra realtà e mito: “Le Notti della Contea 2016”.

In questa edizione 2016, “Le notti della contea” si caratterizzeranno per la presenza di numerosi gruppi rievocativi legati alla storia del territorio, impegnati nella cura e nell’attenzione per la storia, la memoria e la tradizione locale. In occasione del 390° anniversario della nomina a Conte di Giangirolamo II Acquaviva D’Aragona, il conte in persona regalerà tre giorni di festa nei quali si godrà della gloriosa storia della contea, onorando le gesta e i fatti dei protagonisti che l’hanno resa prospera e illustre. La Festa sarà un tripudio di colori unico, caratterizzata dalla presenza per le vie e per le piazze di mercati dell’artigianato, di banchetti conviviali, di accampamenti, di nobili, guerrieri, mercanti, giocolieri e di stendardi.

 

Nella prima giornata, il 5 Agosto, alle ore 10,00, all’interno della sala convegni del castello di Conversano, si comincerà con il convegno“La Donna: storia, immagini e mito nel territorio pugliese e nel Meridione”. Dalle ore 20,00 Principiar Festando: il “Guercio delle Puglie”e sua moglie, la contessa Isabella Filomarino, si affacceranno dalla balconata del maestoso castello di Conversano e daranno inizio ai tre giorni di festa, celebrati da spettacoli e danze.

Nella seconda serata, il 6 Agosto, l’occasione sarà ghiotta nel vedere il  borgo antico animato da scene rievocative legate ad episodi che hanno segnato la storia della Contea e nello specifico   “Il contenzioso tra Sighelgaita, contessa di Conversano, e Bailardo, arcivescovo di Brindisi” (A.D. 1122) e “La Badessa Isabella: difesa dei privilegi delle badesse di San Benedetto” (A.D 1274)

Nella terza serata, il 7 Agosto,  avrà luogo il CORTEO STORICO MULTIEPOCA, che si dipanerà per le vie della città con un percorso lungo 3,5 km e che si concluderà in Piazza Castello, dove un grande spettacolo sancirà la chiusura della manifestazione.

 

Tra le novità di questa edizione la più importante è quella che riguarda la gastronomia: per la prima volta si potranno gustare piatti dell’antica tradizione medioevale e grazie alla preziosa collaborazione con il birrificio Birranova (birrificio artigianale pugliese pluripremiato durante l’edizione 2014 e 2015 di Birra dell’anno) si potranno degustare tantissime varietà di birre artigianali, con la possibilità di ascoltare la narrazione storica della Birra nell’età Medioevale e l’assaggio di una birra preparata secondo le ricette dell’epoca.

Inoltre, durante le tre serate sarà possibile visitare, attraverso aperture straordinarie, la Torre poligonale del Castello, aperta una volta all’anno e in occasione dell’evento, la Cripta, La Pinacoteca Diocesana e il Polo Museale (Pinacoteca e Museo Archeologico).

 

L’evento 2016 ha intenzione di allargare il punto di vista degli eventi narrati, al fine di rendere la festa non soltanto un’occasione di aggregazione, ma anche di riflessione culturale, nel quale la rievocazione storica diviene strumento di conoscenza del contesto culturale in cui la nostra identità si è formata. Inoltre, ogni anno, il nostro impegno si traduce in nuovi legami e collaborazioni con diverse realtà associative conversanesi : Animalenta, attraverso lo spettacolo “Tranche De Vie – 1° studio sulle Badesse Mitrate”; Polyxena, con le escursioni presso Castiglione “Torre al chiaro di Luna” e Pro Loco di Conversano, con le visite guidate “La Via dei Pellegrini”, Le 7 Muse di Apollo di Mola di Bari e diverse realta’ associative provenienti da tutta la Puglia.

 

L’evento è patrocinato da:

Comune di Conversano, Comune di Putignano, Comune di Alberobello, Comune di Acquaviva delle Fonti, Comune di Nardò, Regione Puglia, SAC, Università degli Studi di Bari; Gal Sud Est Barese, Banca di Credito Cooperativo di Conversano.

 

 

Ufficio Stampa

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts