• sabato , 16 dicembre 2017

“AVANTI PER MOLA” SULLA CRISI IN GIUNTA

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO]

Il dado è tratto! Si è consumata, fragorosamente e in pieno Consiglio Comunale, la frattura nella maggioranza. Ciò che per noi era, da tempo, palese è avvenuto. Ora che il re è nudo è venuto il momento di dire la verità sul travagliato percorso di questi sedici mesi all’interno della coalizione di governo del paese e sul ruolo da noi svolto. In premessa è giusto chiarire che abbiamo inteso contrassegnare le nostre posizioni, di volta in volta, con documenti a circolazione interna per marcare le differenze di vedute, ad iniziare dal varo della Giunta e dei primi provvedimenti assunti, tanto da indurci, a neanche un mese dall’insediamento dell’Amministrazione, ad invocare la “necessità di un cambiamento di rotta” (nostro documento del 20.8.2015). Senza voler ripercorrere tutta la storia delle tante vicende che hanno connotato questo accidentato percorso, ci piace sintetizzare in alcuni punti essenziali la nostra analisi sulle criticità rilevate:

  1. La mancanza di confronto e di condivisione delle scelte;
  2. L’inesistenza di dialogo tra Giunta e consiglieri;
  3. Il conflitto tra maggioranza politica e consiglieri;
  4. Il non adeguato tasso di preparazione politico-amministrativa degli attori principali del governo del paese;
  5. L’assoluta mancanza di una comunicazione efficace per rendere i cittadini parte di quanto accadeva nel “palazzo”;
  6. La mancanza di un piano strategico di ristrutturazione dell’apparato burocratico e amministrativo al fine di renderlo efficiente ed efficace.

Siamo consapevoli di aver fatto parte integrante di questa coalizione sin dalla sua nascita, anche se, a seguito delle scelte effettuate dal Sindaco eletto, privi di poteri decisionali all’interno delle Istituzioni, e pertanto non ci esimiamo dalla nostra quota di responsabilità, ma chiariamo, ancora una volta, che dallo scorso mese di luglio non partecipiamo più alle riunioni di maggioranza, avendo chiesto, e non ottenuto, un azzeramento della Giunta e un nuovo indirizzo politico. NON SIAMO PER LO “SCIOGLIETE LE RIGHE” E TUTTI A CASA, MA PER UNA RICOSTRUZIONE GENERALE FONDATA SU SOLIDE BASI CONDIVISE.

A tal proposito sosteniamo con forza che bisogna assolutamente evitare la iattura del Commissariamento del nostro Comune, esperienza che abbiamo già vissuto, assieme al danno per la comunità che ne deriverebbe, a causa del relativo e conseguente vuoto politico, che ridurrebbe ogni attività all’ordinaria amministrazione, e per questo fine lavoreremo.

Mola, 10. Novembre. 2016

                                                                                                          Avanti per Mola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts